Riscatto della laurea

ATTENZIONE: Per novità e informazioni attuali rivolgetevi ai patronati.

Sul sito Homepage des INPS/NISF sono disponibili ulteriori informazioni.

Cosa posso riscattare?

  • la durata legale (valida in Italia) di un corso di studio concluso e riconosciuto.
  • corsi di studio con una durata legale di almeno due anni
  • dottorati di ricerca


Cosa non è possibile riscattare?

  • periodi già coperti dalla previdenza sociale (periodi di lavoro)
  • il periodo di studio che non rientra nella durata legale


Come pagare il riscatto?

Si può pagare l’ammontare in 120 rate senza interessi (quindi distribuito a 10 anni). È anche possibile dichiarare le rate nella dichiarazione die redditi.


Perché richiedere il riscatto?

L’importo pagato influisce sulla pensione.


Quando e dove faccio domanda?

La domanda può essere fatta in ogni momento dopo la conclusione del corso di studio. Più tardi si fa la domanda più alta la probabilità che sia abbastanza costoso.

La domanda si fa online sul portale dell’INPS. Per accederci bisogna avere uno SPID, la carta d’identità elettronica, la tessera sanitaria attivata oppure un account dell’INPS. I patronati offrono un aiuto alla compilazione.

Importante: La domanda stessa non obbliga la/il richiedente di effettuare il riscatto. É ancora possibile rifiutare l’offerta dell’INPS quando la si riceve.

Riconoscimento del titolo di studio ai fini previdenziali

Con il DPR 189/2009 è stata creata la possibilità di richiedere l’equivalenza per un titolo di studio concluso all’estero ai fini previdenziali. Bisogna fare domanda presso il MIUR. eigener Antrag beim Bildungsministerium (MIUR) Non abbiamo esperienza per quanto riguarda la domanda.