Ammissione

Iscrizione & scadenze


In Italia le date di iscrizione non sono regolamentate a livello nazionale, ma variano a seconda dell'università e del corso di laurea.

Per questo motivo non è possibile offrire un elenco completo delle scadenze, pertanto invitiamo tutti gli interessati ad informarsi il più presto possibile sulle modalità (a es. test d‘ingresso) e sulle date di iscrizione per la facoltà e l'indirizzo di studi scelti.

Nel contempo è MOLTO IMPORTANTE controllare le scadenze relative ai versamenti delle tasse universitarie e verificare eventuale esonero o riduzione (Dichiarazione ISEE/ISEEU) a cui lo sto studente può avere diritto.

Le date di iscrizione ai corsi di laurea con un accesso programmato nazionale, sono invece regolate (fatta eccezione per le università private) a livello nazionale. I corsi di laurea soggetti ad accesso programmato nazionale sono i seguenti: Medicina e chirurgia, odontoiatria, medicina veterinaria, professioni sanitarie, architettura e scienze della formazione.

In linea di massima si può fare la distinzione tra preiscrizione, immatricolazione e iscrizione ai vari corsi di laurea.

La preiscrizione (da metà-fine luglio) viene fatta di solito attraverso un processo on-line sul sito dell'università prescelta.

Se non è prevista una limitazione statale per le ammissioni negli indirizzi di studio, ti puoi candidare per più corsi contemporaneamente. Si noti, tuttavia, che per ogni test di ingresso serve effettuare una preiscrizione distinta. Attenzione! In tal caso è possibile che ci si possa iscrivere solamente in un corso di laurea!

L’elemento fondamentale per svolgere lo studio in Italia è essere in possesso del diploma di maturità conseguita dopo 5 anni o di un diploma simile. Unica eccezione sono i diplomi di maturità conseguiti dopo 4 anni, per esempio nelle scuole d’arte. In questo caso bisogna recuperare alcune carenze di formazione nel primo anno di studio, il cosiddetto „Obbligo Formativo Aggiuntivo“ (OFA). Queste relative carenze di formazione devono inoltre essere recuperate quando il test di idoneità non viene superato (soprattutto nell'ambito delle scienze umanistiche). Chi non supera l’ esame successivo dovrà iscriversi nuovamente al primo anno e ripetere il processo d‘ iscrizione dall’ inizio. La preiscrizione non è considerata una valida iscrizione, ma serve al Ministero e alle università per motivi di statistica. Per immatricolarsi serve, in ogni caso, registrarsi personalmente tramite la segreteria della rispettiva università!


Documenti generici per l'iscrizione:

E' importante che le informazioni dettagliate per l’iscrizione vengano reperite tramite il sito web dell'università!

  • Modulo di iscrizione (estratto on-line di iscrizione)
  • Conferma del pagamento della prima rata della tassa di iscrizione (bollettino MAV- Mediante AVviso)
  • Diploma di Maturità (di solito serve compilare una autodichiarazione nel modulo on-line)
  • 1-2 fotografie recenti formato tessera (firmata)
  • 1-2 copie della carta d'identità
  • Copia del codice fiscale

Test di ammissione


In Italia serve generalmente il diploma di maturità per poter accedere ai corsi di laurea. Spesso bisogna inoltre passare un test di ammissione oppure un test di verifica/di preparazione per potersi iscrivere.


Ci sono tre modalità di accesso alle università italiane:

  • Accesso libero

Dal nome si capisce che l'accesso è libero (cioè non programmato né a livello locale né nazionale), ma spesso è richiesto un test di verifica. Questi test di verifica sono pensati a valutare le conoscenze del candidato e sottonlineare lacune da recuperare. Chi non arriva al punteggio minimo per l'ammissione si può iscrivere comunque sotto riserva e ripetere il test durante il primo anno degli studi.

L'iscrizione è generalmente aperta fino a fine settembre, ma non sempre! L'università di Trento ad esempio chiude le iscrizioni a metà settembre.


  • Numero programmato (programmazione locale)

E' necessario il superamento di un test di ammissione. L'iscrizione al test deve avvenire solitamente entro metà agosto. Chi non supera il test non si può iscrivere al corso.

E' a discrezione delle università decidere per quali corsi di laurea introdurre un test e con quali modalità (spesso multiple choice). Così spesso i test si svolgono in giorni diversi nelle rispettive università e il candidato ha la possibilità di partecipare a più processi di selezione.

Numero programmato nazionale (numero chiuso)

  • Test medicina 2019: 3 settembre
  • Test veterinaria 2019: 4 settembre
  • Test architettura 2019 : 5 settembre
  • Test professioni sanitarie 2019: 11 settembre
  • Test medicina in inglese IMAT 2019: 12 settembre
  • Test scienze della formazione primaria: 13 settembre
  • Test laurea magistrale professioni sanitarie: 25 settembre



Come prepararsi per i test d'ingresso

I seguenti link esterni (senza garanzie!) contengono i test degli anni precedenti:


Link1 Link2 Link3 Link4 Link5

Corsi di preparazione in Alto Adige


Tasse e contributi


TASSE E CONTRIBUTI UNIVERSITARI: IL CALCOLO. Cominciamo quindi con il mettere in chiaro quali sono le tasse e i contributi universitari che ogni studente immatricolato deve versare per fare in modo di essere in regola con l’ateneo che frequenta e di non aver problemi a sostenere gli esami. Ecco tutto quello che devi sapere su tasse e contributi universitari.

- Nuovo modello Isee Università: cos'è e come si calcola


- Calcolo delle tasse universitarie: informazioni utili


- Tasse universitarie: gli atenei in cui si paga di più


- Calcolo tasse Universitarie: link per tutte le regioni


TASSE UNIVERSITARIE DETRAIBILI: ECCO QUALI SONO. Capito quanto bisogna spendere, quando si parla di tasse universitarie è anche importante capire come risparmiare. Un buon modo è detrarre le spese legate all’università dalla dichiarazione dei redditi (anche se si è studenti fuori corso)


Per saperne di più: Tasse Universitarie: come funzionano le detrazioni



Fonte: studenti.it