Concorsi pubblici

Riconoscimento ai fini della partecipazione a concorsi pubblici (art. 38 D.lgs. 165/2001)

Il riconoscimento secondo l‘articolo 38 significa certificare l’equivalenza di un titolo di studio acquisito all'estero al solo fine della partecipazione ad un concorso pubblico.

Per poter richiedere l'equivalenza per un concorso pubblico bisogna partecipare al concorso già pubblicato e fare domanda di equivalenza presso il Consiglio dei Ministri. È necessario mandare il modulo compilato, insieme ai documenti richiesti, a Roma dove il dipartimento università valuta la richiesta. Tra i documenti richiesi si trova anche la Dichiarazione di Valore, che però non è sempre necessaria.

La domanda è gratis (a parte le marche da bollo) e quando viene accettata vale per la partecipazione ad un solo concorso. Per qualsiasi alto concorso bisogna ripresentare la domanda.

Se si vince il concorso, si può iniziare a lavorare solo una volta che la domanda è stata accettata e lo stato di riserva viene cancellato. La commissione è costretta ad aspettare la risposta alla domanda.

Cosa bisogna fare?

1. Iscriversi al concorso

2. Spedire la domanda alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento della Funzione Pubblica

3. Vincere il concorso